Airoh Area Riservata
#Race

Super Manugasss Gonzalez continua a stupire

20 settembre 2021

Manuel Manugasss Gonzalez, il giovanissimo Airohrider già Campione del Mondo del 2019 nella WSSP300, continua a stupire in sella alla Yamaha R6 del Team ParkinGo.

Questo fine settimana sul tracciato del Montmelò situato alle porte di Barcellona, circuito sul quale si è disputato il GP della Catalunya, Manuel ha fatto sua la pole position, è giunto secondo in Gara1 e si è aggiudicato Gara2, quella della domenica, bissando così la vittoria conseguita soltanto quindici giorni fa a Magny Cours. Gonzalez, che tra l’altro era reduce dalla bellissima prestazione della scorsa settimana ad Aragon in sella alla MV Agusta Moto2, ha sommato i punti necessari per attestarsi in terza posizione nella classifica del Campionato del Mondo quando mancano ancora tre gran premi, sei gare in totale, alla fine della stagione.

Il fine settimana catalano è stato impreziosito anche dalla conquista del titolo nella Yamaha R3 bLU cRU European Cup da parte di un altro giovanissimo pilota spagnolo, Iker Garcia Abella, nonchè primo Campione del nuovo trofeo continentale ideato dalla Casa dei tre Diapason. Vincere con i giovani è parte integrante del DNA di Airoh, in questa stagione infatti oltre a Garcia, David Alonso ha trionfato nella RedBull MotoGP Rookies Cup cosi come Beatriz Neila nella Woman’s European Cup.

In Italia invece, e precisamente a Misano Adriatico, era impegnata l’altra Airohrider Maria Herrera nelle gare del mondiale MotoE; Maria, centrando in entrambe le manche la zona punti, ha consolidato la sua quindicesima posizione in campionato.

Per finire, in Francia si è tenuta la 24h del Bol d’Or, classicissima del FIM EWC, mondiale endurance, che si è corsa sul tracciato del Paul Ricard. In pista due Airohriders di esperienza come Lorenzo Zanetti impegnato con il team tedesco ERC Endurance Ducati e Kevin Calia con il Nolimits44 in sella alla Suzuki. Per Zanetti il Bol d’Or si è concluso durante la notte quando il suo compagno di squadra Mathieu Gines cadendo ha distrutto la Ducati V4R mentre per Calia bellissimo podio, terzo posto, per ciò che concerne i team indipendenti.

A margine una nota che riguarda Andrea Locatelli che nella sua stagione del debutto nel WSBK, alla quale va ricordato è approdato da Campione del Mondo della WSSP600, sta davvero andando ben oltre le aspettative. Le ottime prestazioni del Loka#55 hanno convinto anche i vertici di Yamaha Europe che hanno così voluto confermagli la fiducia allungando il suo contratto di pilota ufficiale per un ulteriore anno e cioè sino a tutto il 2023.

Andrea Locatelli: "É stata una gara difficile: abbiamo perso completamente il grip al posteriore sul finale. Nel complesso sono contento per l’ottimo lavoro fatto oggi. Questa mattina abbiamo perso l'opportunità di partire davanti con la caduta in Superpole Race, ma in Gara 2 abbiamo cercato di ottenere il massimo e abbiamo spinto ogni giro: Sono davvero felice di questo. Per noi non è stato un weekend così fortunato, già ieri avevamo avuto un po' di problemi sul bagnato; ripeto alla fine dobbiamo essere felici perché abbiamo chiuso bene il weekend. Ora abbiamo Jerez e Portimao, Sappiamo di essere più veloci e più forti: siamo nel gruppo di testa! Grazie alla mia squadra per tutto il lavoro che hanno fatto questo fine settimana, soprattutto per le cadute! Voglio ringraziare tutti i miei ragazzi e Yamaha, ora, abbiamo il nuovo contratto e per altri due anni rimarrò con questa grande squadra. Sono molto felice per questo e sicuramente continueremo a migliorare ogni giorno, ogni sessione, per stare davanti".

 

follow: Airoh Helmet Racing

Related