Airoh

Come ottimizzare l’acustica di un casco?

Altro argomento di sicuro interesse e spesse volte al centro di coloriti dibattiti fra motociclisti! Per cominciare cerchiamo di fare un po’ di chiarezza…tutti i caschi racing sono necessariamente più rumorosi dei caschi sport-touring perché prevedono diverse prese d’arie atte a garantire il giusto grado di ventilazione anche nelle condizioni di utilizzo più intense. Inoltre il fattore velocità ha una grande incidenza sul rumore perché la formazione di turbolenze intorno al casco è direttamente proporzionale alla velocità di avanzamento.

Quindi, se ci aspettiamo che il ns top di gamma racing sia silenzioso alle altissime velocità (attenzione al codice della strada, rispettatelo sempre!) forse gli stiamo chiedendo troppo… Consapevoli di questa differenza nell’approccio al concetto di rumorosità, andiamo oltre e proviamo a capire se ci sono delle variabili su cui possiamo intervenire per limitarla.

Effettivamente anche la tipologia di moto determina una maggiore o minore turbolenza sul casco e quindi incide sul rumore percepito. Una naked, o scarenata che dir si voglia, espone quasi completamente all’aria il motociclista, rispetto ad una maxi enduro che magari è dotata anche di parabrezza maggiorato. Anche la postura che assumiamo mentre si guida incide sulla rumorosità perché la posizione del capo determina un diverso coefficiente di resistenza aerodinamica, così come l’altezza del motociclista.

In effetti più siamo alti e più usciamo da quella sorta di “bolla” aerodinamica che si crea quando la moto è in movimento. La corporatura del motociclista può anch’essa influenzare la maggiore o minore presenza di turbolenze intorno al casco, così come la forma e grandezza del viso… infatti un volto affilato dentro un casco M rispetto ad un volto più rotondo all’interno dello stesso casco di pari taglia potrebbe essere esposto ad un livello di rumorosità maggiore, perché ci sarebbe più spazio dove si possono creare turbolenze ed anche perché magari non aderisce completamente all’imbottitura degli interni.

Per concludere, una volta individuato il casco giusto per noi, per la ns moto e per il ns stile di guida, possiamo utilizzare dei piccoli accorgimenti che riducono il rumore percepito e migliorano la ns esperienza di guida come ad esempio il montaggio di un cupolino aftermarket, l’acquisto di un parabrezza maggiorato, o più semplicemente ricordarsi di utilizzare lo Stop Wind (ove previsto) ed un fazzoletto da collo. Essere maggiormente consapevoli della ns postura in moto può darci un ulteriore aiuto a contenere il rumore!

Faq